10/04/2019 19:00

In Italia sono tutti maschi – Con Sara Colaone e Luca de Santis

Il grande ritorno della graphic novel che per prima ha raccontato il confino degli omosessuali durante il fascismo.

Gli autori Sara Colaone e Luca de Santis conversano con Paolo Armelli (Wired) e Luca Paladini (I Sentinelli)

Un inedito incontro-laboratorio dove gli autori Sara Colaone e Luca de Santis sveleranno i retroscena di questo romanzo grafico e coinvolgeranno i partecipanti in un’esperienza unica di riflessione e racconto.

Nel 1938 l’Italia fascista promulgava le sue leggi razziali. A differenza di quelle tedesche, esse non menzionavano particolari provvedimenti contro gli omosessuali. In Italia, infatti, erano tutti maschi, attivi, virili e poco inclini a tali debolezze. Queste furono le parole con cui Mussolini liquidò ufficialmente la questione. Sappiamo invece che fu attuata una fitta repressione e che dal 1938 al 1942 circa 300 omosessuali italiani vennero mandati al confino. Pochi ex-confinati omosessuali accettarono in seguito di parlare della persecuzione subita e i pochi che lo fecero preferirono nascondere la propria identità e il proprio volto. La narrazione prende l’avvio da questi fatti e si ispira alla figura di uno dei testimoni di questa vicenda.

In Italia sono tutti maschi (Oblomov, 2019) è un romanzo a fumetti di Luca de Santis (sceneggiatura e soggetto) e Sara Colaone (disegni), in cui il lavoro attento di documentazione storica e di scrittura e il tocco lieve ma drammatico del disegno hanno evidenziato la maturità del fumetto nel riportare alla memoria una vicenda della storia italiana a lungo dimenticata e pochissimo documentata, quale la persecuzione e il confino degli omosessuali durante il fascismo.

Una nuova edizione con contenuti extra per un capolavoro che ha ricevuto il Premio Attilio Micheluzzi 2009 come Miglior fumetto ed è stato tradotto in oltre 10 paesi.
Postfazione di Tommaso Giartosio e Gianfranco Goretti.


Sara Colaone. Autrice di fumetti e illustratrice, fra i suoi graphic novel ricordiamo Leda, che solo amore e luce ha per confine, Gran Guinigi come Miglior disegnatrice a Lucca Comics & Games 2017, Ciao ciao Bambina e Ariston, sempre scritto da Luca de Santis (Oblomov 2018). Ha illustrato per “Internazionale”, “24 Magazine”, “Le Monde diplomatique”, “Rivista il Mulino”. Collabora con le maggiori case editrici italiane del settore educativo e insegna Disegno all’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Luca De Santis. Sceneggiatore e saggista di studi di genere, vincitore del Premio Troisi, ha lavorato come autore in teatro e in TV. Con Sara Colaone ha pubblicato le graphic novel Leda che solo amore e luce ha per confine, e Ariston; ha inoltre scritto saggi sulla rappresentazione LGBT nella storia dei videogiochi e attualmente scrive per la Stampa.it.

Registrati QUI