17/01/2019 19:00

Genova è mia moglie – la città di Fabrizio De André

A vent’anni dalla morte di Fabrizio De André, presentiamo il libro di Patrizia Traverso e Stefano Tettamanti. Dialogo con gli autori Massimo Polidoro.
Tributo musicale di Matteo Callegari e letture a cura di Vera E. Allen.

Questo è il primo libro fotografico su Fabrizio De André in cui non c’è una sola immagine di Fabrizio De André.
Ma in ciascuna delle fotografie che lo compongono, tutte scattate dopo quasi vent’anni dalla sua morte, si avverte il suo profumo, si sente l’eco della sua voce e della sua musica. Patrizia Traverso ha lavorato secondo un suo personale metodo ormai consolidato in diversi libri: ha lasciato che le parole di Fabrizio rimbalzassero nei suoi scatti e dialogassero con loro in un gioco di libere associazioni.
Le foto non si limitano a descrivere il pensiero, la memoria, le parole di Fabrizio che le hanno ispirate ma li interpretano, li commentano, li ricreano e li trasformano in visioni a volte spiazzanti. Alla fine, in una sequenza che non è banalmente didascalica, formano un itinerario inedito in una Genova che non è più quella di De André ma potrebbe esserlo ancora. Il volume si arricchisce di schede che regalano ai lettori aneddoti inediti sulla vita di De André e sulla genesi dei suoi capolavori, ritratti degli amici di una vita, itinerari inaspettati che formano una guida e un atto d’amore per una Genova poco conosciuta e affascinante.


Tributo musicale di Matteo Callegari, chitarrista e cantante del gruppo Per sempre coinvolti – Omaggio a Fabrizio de Andrè, Letture a cura di Vera E. Allen.

Patrizia Traverso ha pubblicato numerosi racconti fotografici, tra cui Mari di sabbia e Buon vento (Sperling&Kupfer), Lo sguardo e il gusto, Preferisco leggere e La parola ai gatti (Tea), Golfo dei poeti (Sagep), con Luigi Surdich, Genova ch’è tutto dire. Immagini per “Litania” di Giorgio Caproni e con Giampiero Orselli Genova che scende e che sale, itinerario zen tra ascensori, funicolari e crêuze (Il Canneto).

Stefano Tettamanti ha pubblicato con Laura Grandi Il calendario del laico (Mondadori), Il calendario goloso E Atlante goloso (Garzanti), Sillabario goloso (Mondadori), Racconti gastronomici (Einaudi), A capotavola (Mondadori), La partita di pallone e Hai voluto la bicicletta (Sellerio), Il cibo non era niente di speciale (Utet).

Insieme hanno appena pubblicato il loro secondo libro dal titolo “Andar per statue – a Genova e in Liguria in 85 tappe” il Canneto editore.

Genova è mia moglie è pubblicato da Rizzoli.